"Villa Beth Louis Nion"

"Villa Beth Louis Nion"

Portobello (Nord Sardegna) - Case & Ville di Pregio

Prezzo: € 2.690.000,00

Per la serietà che ci contraddistingue i nostri prezzi sono solo "leggermente" trattabili

 

Villa Esclusiva in Riva al Mare in Sardegna Architectural Digest

Come ti amo vento maestrale,

spazzanubi - scacciamalanni -

scopacielo - vento muggente!

Non siamo d'un unico grembo

Noi le primizie, d'un'unica sorte,

noi eternamente predestinati?

Adagiata Sulla Spiaggia del Parco Naturale Protetto di Portobello Villa Beth Louis Nion  e' senza alcun Dubbio una delle Ville piuì Belle ed affascinanti di tutta la Sardegna. il grande spazio verde attorno, la vista della Corsica e delle Bocche di Bonifacio, la spiaggia di granito rosa a pochi passi, ne fa un luogo incantevole in tutte le stagioni. Il mare grande protagonista per chi vive la casa, dona emozioni diverse e cangianti secondo le direzioni dei venti e delle stagioni. La flora mediterranea che nel parco è rispettata offre meravigliose fioriture in primavera ma anche in inverno con i fiori bianchi dei mirti e dei corbezzoli oltre alle bacche rosso scuro dei ginepri e delle altre piante autoctone che lentamente crescono e si espandono con forza e bellezza.

La Costruzione

La costruzione semicircolare gira attorno ad un patio interno. I tetti di tegole sarde si inseriscono come triangoli nella rotondità della struttura. Le colonne sia interne sia esterne sono blocchi di graniti scolpiti. Il doppio isolamento termico è garantito dalla copertura dei muri esterni di pietre di campo. Tutti i vetri delle finestre e delle porte sono doppi e termici. Il pavimento è uno spatolato di cemento colorato, in cui sono inserite strisce di granito e legno che in ogni stanza creano un disegno che ne segue la forma.

La villa è isolata dal terreno da una intercapedine laterale larga circa 50 cm, mentre dal terreno sottostante è sollevata di 60-70 cm tramite pilastri in cemento.

Alle pareti fanno bella mostra quadri e pannelli decorativi. La villa ha una pavimentazione esterna e vialetti in granito che ne facilitano i passaggi da un luogo all'altro. La superficie commerciale è di 512 metri quadrati, mentre quella calpestabile è di 330 metri quadrati, che si sviluppano in cinque camere e cinque bagni. Alcune delle camere hanno anche lo spogliatoio.

Il salone è triplo ( settantatre mq), grandissima la cucina (25 mq), il garage doppio con annesso locale lavanderia. Grandissima veranda verso il mare con una superficie di 127 mq e sessanta mq di solarium. Doccia esterna e quattro camini di cui un esterno situato nel patio (73 mq), che generalmente è usato per il barbecue. La villa è corredata di riscaldamento elettrico.

La Villa è stata pubblicata su Architectural Digest Italia nel numero di Giugno 1993 a pagina 124. E' da considerare che sono poche le ville al mare pubblicate da questa rivista e questa è splendida.

Alla Villa si accede dalla strada (vedi fotografia uno) attraverso un ingresso delimitato da un architrave in granito sardo dov'è scolpito Beth Luis Nion che è il nome della Villa (vedi fotografia due). Queste parole rappresentano le prime tre lettere dell'alfabeto arboreo usato dagli antichi Celti e corrispondono a tre piante: la betulla (B), il sorbo selvatico (L) e il frassino (N). L'alfabeto arboreo è parte integrante degli antichi culti dedicata alla dea bianca, la luna, le tre lettere o i tre alberi, sono una formula magica protettiva, che dovrebbe proteggere la casa e i suoi abitanti. La connessione tra la celtica dea bianca e la Sardegna, viene da un'altra associazione tra l'erba de oro, l'elicriso dei pascoli sardi e l'estratto da herbe d'or dei riti sciamanici che poteva ridare la vita. Anche nella cultura Mediterranea troviamo il mito di Glauco, figlio di Minosse e di Pasifae che affogato in un recipiente pieno di miele, fu riportato in vita grazie all'erba magica. L'immagine di Glauco compare sulle antiche monete sarde del neolitico recente.

Il Nome

Beth Louis Nion è quindi una formula magica che per noi ha coniugato il mondo megalitico nord europeo che ha prodotto monumenti importanti come Stone Enge e la cultura megalitica presente in Sardegna. L'orientamento astronomico dei megaliti e delle allées couvertes, o tombe a corridoio, che in Sardegna sono chiamate tombe dei giganti, fanno di questi luoghi osservatori astronomici. Studi recenti condotti in varie regioni europee dove sono presenti le tombe collettive scavate nella roccia come le Domus de Janas o ad allèes couvertes hanno dimostrato che al solstizio d'inverno di 5000 o 6000 anni fa il raggio di sole entrava nell'apertura scavata nella pietra centrale a risvegliare la natura. A causa della progressione degli equinozi oggi non succede più ma l'orientamento resta a dimostrazione dello studio della rinascita della luce. Il nome quindi è legato all'antichità eccezionale della Sardegna che migrata nella posizione attuale milioni di anni fa geologicamente è un'altra terra rispetto all'Italia. Il nome Beth Luis Nion è quindi una sintesi delle suggestioni leggendarie e storiche legate ai luoghi in cui la villa è stata costruita.

Gli Interni

Il patio è il fulcro della residenza, vi si accede dall'esterno, dal soggiorno e dalla camera padronale. Il pavimento è di granito disposto a "opus incertum" (di origine costruttiva romana). Tra le rocce che paiono sculture, vi sono fiori e piante mediterranee, mentre in altri angoli vi sono piccoli giardini di piante grasse felicemente associate a essenze mediterranee. Nel soggiorno, vi è un grande camino, sulla parete sovrastante un affresco, eseguito a trompe-I'oeil, riproduce le rocce esterne e i cespugli della macchia mediterranea, ha la funzione di creare una continuità ideale tra interno ed esterno.

La progettazione che armonizza interno ed esterno, cultura e natura, ha lo scopo di creare un nuovo equilibrio tra mondo umano e naturale integrando in modo "gentile" ciò che la natura offre alle esigenze di vita e sopravvivenza degli esseri umani.

La continuità tra interno ed esterno è testimoniata anche dalla continuità del pavimento interno che si prolunga all'esterno e che col tempo è diventato sempre più simile al colore della spiaggia sottostante.

Il soggiorno si sviluppa a ventaglio con sette grandi vetrate che danno una vista a 180° sul mare e il giardino. Due corridoi a giorno si sviluppano lateralmente e portano da una parte alle quattro camere, dall'altra alla grande cucina e alla camera di servizio. La camera padronale molto ampia che con il bagno ammonta a cinquanta mq, con camino è situata nella parte più alta del corridoio delle camere e serve anche da studio.

Le porte finestre sono costruite in modo di avere la massima visibilità dell'esterno. Per esempio dalla camera padronale, pur essendo sistemata nella parte posteriore, per una visione tipo cannocchiale si vede il mare, infatti il fondo della camera rivolta al mare è costituita da una struttura in vetro (due porte finestre e una centrale fissa):

Tutte quattro le camere hanno la vista mare.

Anche quando si vive all'interno della villa, non si perde mai il contatto con la natura che la circonda: mare, fiori, arbusti e rocce sono onnipresenti.

 

  • Tipologia: Case & Ville di Pregio
  • Zona: Nord Sardegna
  • Località: Portobello
  • Indirizzo: Portobello
  • Superficie: 500m2
  • Distanza dal mare: Adagiata sulla Spiaggia
  • Terreno: Parco Privato
  • Condizioni Ottime subito abitabile
International Broker Real Estate

Gianmarco Bozzia

Iscritto all'Albo Mediatori di Parma al N°0560

Mobile : +39.335.702.7450
Mobile : +39.338.223.8712
E-Mail: info@latuacasaalmare.it
Ufficio : +39 0525.97447
Fax : +39 0525.97133

Proposte simili